giovedì 22 dicembre 2011

RIMEDIO PER LA TOSSE - POLENTINO CON I SEMI DI LINO

Ho conosciuto questo rimedio naturale un paio di anni fa, quando la mia bimba ha iniziato ad andare all'asilo e ha iniziato ad avere la tosse in modo continuativo per tutto l'anno.
Avevo provato con gli sciroppi naturali, con i fumenti (o fumigi) di vapore, ma la tosse non passava. Finchè ho sentito parlare di "polentino con i semi di lino".
E allora mi sono informata e ho scoperto questa ricetta.

A cosa serve:
- questo impacco è molto utile per ammorbidire la tosse secca e anche per sedare gli attacchi di tosse violenti;
- serve per la sinusite (applicare l'impacco, il più caldo possibile, sulla fronte o sugli zigomi, a seconda di dove si sente il fastidio-dolore);
- è utile in caso di cistite, applicato direttamente sulla vescica, ancora caldo; allevia il fastidio-bruciore e la sensazione di dover urinare continuamente;

Ingredienti:
- 1 dose di semi di lino (io uso quelli più scuri, ma in commercio si trovano anche quelli dorati; si possono acquistare nei negozi di alimenti naturali e biologici)
- 2 dosi di acqua
Le quantità variano in base all'utilizzo. L'impacco per la tosse va messo sulla parte alta del torace e quindi per una bimba di 4 anni io uso una tazzina di semi di lino e 2 tazzine di acqua. Per un adulto saranno invece 2 tazzine di semi di lino e 4 tazzine di acqua.

Preparazione:
1) preparate un fazzoletto, tovagliolo o panno di cotone (o lino) ben disteso sul tavolo
2) prendete un pezzo di carta casa (tipo scottex) e appoggiatelo sopra il fazzoletto
3) in un pentolino versate una dose di semi di lino e 2 dosi di acqua e mettete sul fuoco
4) portate a bollore facendo attenzione a che i semi di lino non si incollano; quando inizia a bollire teneteli un po' mescolati e non allontanatevi dal fuoco perchè l'impacco è pronto in un attimo, altrimenti vi brucia
5) quando i semi di lino hanno rilasciato la loro mucillagine (tipo colla trasparente) e l'impacco ha la consistenza semi-solida (deve essere comunque ancora un po' liquido), versatelo sopra il foglio di carta casa
6) ripiegate i lembi del foglio di carta casa come per fare un pacchettino (della dimensione circa della parte alta del torace) e fate lo stesso con il fazzoletto
7) a questo punto l'impacco va fatto raffreddare in base al grado di sopportazione della persona a cui lo dovete applicare (per i bambini va fatto raffreddare molto; se mettete l'impacco e per loro è troppo caldo, levatelo e attendete ancora; potete provare il calore appoggiando l'impacco sulla vostra guancia oppure all'interno del braccio)
8) una volta raggiunto il grado di calore desiderato applicate l'impacco sulla parte alta del torace e, se serve, tenetelo fermo con una sciarpa o un foulard (soprattutto per i bambini perchè non stanno fermi e finisce che l'impacco gli arriva alla pancia)
9) tenere l'impacco in posa finchè si raffredda
10) al bisogno ripetere anche più volte al giorno (io l'ho fatto un massimo di 3 volte al giorno)

A breve girerò un video per farvi vedere esattamente come preparare questo rimedio naturale.

A presto

Sabrina
Semi di Lino Scuri Semi di Lino Scuri



Compralo su il Giardino dei Libri

Semi di Lino Bio Semi di Lino Bio



Compralo su il Giardino dei Libri

Guarire i Mali di Stagione Guarire i Mali di Stagione
Le cure naturali più efficaci contro raffreddore, influenza, mal di gola, tosse
Autori Vari

Compralo su il Giardino dei Libri

Pronto Soccorso Naturale Pronto Soccorso Naturale
Una miniera di consigli pratici per affrontare tutte le emergenze
Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

Compralo su il Giardino dei Libri

6 commenti:

  1. Grazie per le spiegazioni dettagliate, ho cercato in internet perchè me ne aveva parlato una mia collega: funziona
    ? Io però lo metterei proprio al centro del petto, dove sento il senso di pesantezza della tracheite che mi tormenta

    RispondiElimina
  2. Non ho capito se si può riscaldare più volte lo stesso impacco o se si cambiano i semi ogni volta. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, scusa il ritardo nella risposta. L'impacco va cambiato ogni volta. I semi vanno buttati e va rifatto ogni volta con nuovi semi, anche perché il polentino diventa un blocco unico e non riusciresti a riscaldarlo nuovamente. Comunque si butta perché oltre a riscaldare, il polentino attira anche le tossine e quindi poi va eliminato e il panno in cotone lavato in lavatrice. Spero di esserti stata utile. Grazie e ciao

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. quando ero piccola mia mamma me lo faceva ed aiutava!!!

    RispondiElimina